Al mare in Sardegna: le spiagge più belle vicino Bitti

Pubblicato da Visit Bitti / November 30, 2015 / , , / 0 Commenti

Tra foreste, villaggi nuragici e piccoli centri storici, chi sceglie una vacanza nella provincia di Nuoro d’estate potrà godere anche di spiagge da sogno. Bitti dista poche decine di kilometri dal mare e in circa mezz’ora di automobile si possono raggiungere spiagge e aree marine protette tra le più belle di tutta la Sardegna.

In questo modo è possibile vivere una vacanza nella Sardegna più autentica senza rinunciare ai paradisi estivi che sull’isola non mancano di certo. Ma vediamo quali sono le spiagge più vicine e facili da raggiungere quando si alloggia a Bitti.

Oasi di Bidderosa, Berchida e Capo Comino

L’Oasi naturalistica di Biderosa comprende circa 500 ettari di pineta, dove si trovano anche ginepri, querce e la classica vegetazione della macchia mediterranea, suddivisa in cinque calette dall’acqua cristallina. Al suo interno si trovano lo stagno di Sa Curcurica e il monte Urcatu, in cima al quale è possibile ammirare il panorama circostante. Nell’oasi, oltre a rilassarsi al sole, si possono fare escursioni guidate in bicicletta oppure trekking. Attenzione perché in automobile gli ingressi sono limitati giornalmente per proteggere l’Oasi e la sua bellezza naturale dalle orde di turisti. Per questo motivo consigliamo di raggiungerla la mattina presto.

oasi di bidders visit bitti

Bidderosa si può anche raggiungere a piedi direttamente dalla spiaggia. Infatti, poco distante (divisa da un piccolo canale) si trova la spiaggia di Berchida caratterizzata da una sabbia finissima di colore grigio chiaro e bagnata da un mare trasparente il cui colore varia tra il verde e il turchese. È un luogo magico, contornato da ginepri antichi che vanno a formare delle curiose capanne naturali sotto le quali non di rado i bagnanti trovano ristoro dal sole cocente.

Berchida visit bitti

Qualche chilometro più a nord invece c’è Capo Comino, famoso per il faro, le dune. La sua spiaggia di sabbia bianca e finissima e le le acque cristalline ben si si sposano con il verde della vegetazione intorno alla spiaggia e con l’Isola Ruja, scoglio di porfido rosso raggiungibile a nuoto o a piedi che conferisce al panorama marino di questa zona una bellezza particolare.

Questa parte di costa sarda si caratterizza per la grande attenzione all’ambiente per cui non esistono strade asfaltate che arrivano vicino alla spiaggia ma è necessario parcheggiare nelle apposite aree sterrate a qualche centinaio di metri dalle belle spiagge. Le dune sono rigorosamente protette con il rischio di pesanti sanzioni per chi assumesse comportamenti irrispettosi dell’ambiente.

Santa Lucia e La Caletta

La spiaggia di Santa Lucia, frazione marina nel comune di Siniscola,  si distende a ridosso del piccolo e pittoresco villaggio di pescatori, sorto attorno ad una suggestiva torre aragonese del ‘500. Il mare ha un fondo di scogli e ciottoli ed è circondato dalla tipica macchia mediterranea, ricca di lentischi e ginepri.

Nel centro abitato si trova la spiaggia della barche, molto piccola frequentata soprattutto da pescatori  e caratterizzata dalla presenza di tante piccole barchette colorate mentre poco lontano si trovano diverse calette rocciose con fondali bassi dove gli appassionati delle immersioni potranno ammirare numerose tipologie di fauna marina immersi nella limpida acqua marina sarda.

santalucia sardegna mare

Tramonto su Santa Lucia

La Caletta di Siniscola invece è caratterizzata per la sua sabbia chiara e morbida e la vivacità del suo centro abitato. Visti i venti che spesso si battono sulla zona, gli amanti del kitesurf e del wind surf troveranno pane per i loro denti.

Cala Ginepro, Cala Liberotto, Su Barone

Come si intuisce dal nome, Cala Ginepro si caratterizza per una pineta di ginepri che contrasta con l’azzurro cangiante del mare e che domina le dune proprio a ridosso della spiaggia. In questo tratto, la costa presenta una sabbia sottile, un fondale basso e l’acqua cristallina con scogli di granito rosa che affiorano dall’acqua. Le pinete formate da grandi quantità di ginepri proprio a pochi passi dal bagnasciuga sono spesso frequentate da gruppi di amici o da famigliole durante le più o meno lunghe (e ricche) pause pranzo. Non sarà difficile montare delle amache e godersi un meritatissimo relax dopo un lauto pasto a base di leccornie sarde, cullati da una brezza marina davvero gradevole.

cala ginepro spiagge orosei visit bitti

Cala Ginepro

Tante piccole insenature di sabbia con fondali molto bassi, intervallate da promontori rocciosi di granito rosa fanno di Cala Liberotto un luogo magico. La sua particolare conformazione la rende una delle aree più belle da esplorare percorrendo a piedi sentieri lungo la spiaggia e gli scogli. Prima di arrivare al promontorio che la separa da Cala Ginepro, la spiaggia concede ai bagnanti centinaia di metri di arenile, su cui si affaccia una fitta pineta. Acque purissime invece sono protagoniste della spiaggia Su Barone, che alle sue spalle ha anch’essa una pineta dove riposarsi e gustare un pasto al fresco dell’ombra.

Posada e Budoni

Non è un caso se quelle di Posada hanno conquistato il primo posto tra le spiagge più belle d’Italia nella Guida Blu di Legambiente nel 2013. Gioiello naturalistico della provincia di Nuoro, il borgo è stato premiato anche dal Touring Club Italiano. Sabbia bianchissima e acque turchesi, le spiagge qui conservano ancora oggi i tratti selvaggi, un angolo di costa incontaminato che ricorda i paesaggi delle Maldive anche se è ormai una costa attrezzata e ricca di servizi che gli consentono da anni di ricevere anche il riconoscimento più alto (le 4 bandiere blu) da parte di Legambiente. La cornice paesaggistica e la baia poi fanno un certo effetto, così si può rimanere in contemplazione di uno dei pochi borghi a ridosso del mare della costa orientale sarda mentre si prende comodamente il sole nella spiaggia di Su Tiriarzu. Per chi ama muoversi in bicicletta, Posada è una località perfetta visto che il borgo abitato e Su Tiriarzu sono collegate da una comodissima pista ciclabile. Una volta finita una giornata al mare a Posada una passeggiata nel paese fino al Castello della fava per godersi un panorama con un mix di colori unico nel suo genere.

pista-ciclabile posada

Pista ciclabile a Posada

Molto note sono le spiagge di Budoni, 4 chilometri di litorale che si estendono tra Punta Li Cucutti e Punta Porto Ainu. In un paesaggio spettacolare sono presenti piccole dune, stagni salmastri e pinete. Fondali bassi e trasparenti e sabbia chiara caratterizzano le varie spiagge di Budoni:  Agrustos, Porto Ottiolu, Sa Capannizza e Porto Ainu. Un posto per chi ama godersi tutti i piaceri di una giornata al mare, dai racchettoni alla lettura di un buon libro senza tralasciare delle splendide nuotate in un’acqua cristallina.

San Teodoro e il Golfo di Orosei

Andando un po’ oltre la provincia di Nuoro, con qualche decina di minuti in più di viaggio da Bitti, i paradisi marini non mancano. A nord, in direzione Olbia, si giunge nella rinomata San Teodoro. La località è ormai frequentatissima nei mesi estivi e le sue spiagge più piccole sono quasi inaccessibili a causa del numero di persone che la frequentano ma non bisogna demordere, infatti a San Teodoro si trova la Cinta, una spiaggia lunghissima, enorme, circondata dagli stagni che accolgono tante specie animali, non da ultimi i fenicotteri rosa. Il paese è molto turistico ma vale una bella passeggiata dopo una giornata in spiaggia, magari per gustare un gelato all’ombra in una delle sue piazzette caratteristiche.

cala brandinchi san teodoro spiagge visit bitti

Cala Brandinchi a San Teodoro

A sud invece, la provincia di Nuoro si inoltra nel Parco Naturale del Golfo di Orosei che si spinge fino alla costa che qui è caratterizzata da colori incredibili. Il mare è irraggiungibile via terra con l’automobile o la bicicletta. I più temerari potranno giungere alle mitiche Cala Luna e Cala Sisine con un bel percorso di trekking o a cavallo. In alternativa ci si può imbarcare in una delle tante imbarcazioni turistiche da La Caletta o da Cala Gonone o affittarsi un gommone in gruppo. Così facendo sarà possibile godersi uno dei mari più incredibili del Mediterraneo scoprendo le tante calette che costellano il Golfo di Orosei come Cala Luna e le Grotte del Bue Marino, Cala Mariolu, la Spiaggia dei Gabbiani fino ad arrivare alla guglia di Cala Goloritze e ci si trova già in Ogliastra.

cala luna visit bitti